Passare da HTTP ad HTTPS

Maggiore sicurezza in rete

E’ notizia di inizio del 2017 che Google stia spingendo per l’abbandono delle pagine internet basate su protocollo tradizionale HTTP rispetto alla adozione di pagine con connessione sicura HTTPS (link all’articolo completo in lingua inglese qui).

Il browser internet Chrome è già predisposto per etichettare come “non sicuri” tutti i siti sui quali non è implementato il protocollo sicuro a vantaggio dei siti che si sono adeguati.

Questa evoluzione della sicurezza in rete è già stata adottata dalla maggior parte dei siti che visitiamo giornalmente tipo Facebook, Microsoft, Google, Twitter, Paypal ed ovviamente anche tutti i maggiori ecommerce (Amazon in primis).

Come funziona

L’ HTTPS consistendo in una connessione criptata consente  uno scambio dati protetto tra il visitatore ed il sito web garantendo un livello di privacy non ottenibile con il suo predecessore.

Questo risultato è ottenibile su qualsiasi sito purché sia dotato di un certificato SSL rilasciato da un ente certificatore.

Benefici

 Vi sono vari tipi di benefici ottenibili tramite l’ impIementazione del protocollo sicuro:

1. I dati non possono essere alterati danneggiati durante la connessione e non sarà possibile tracciare o intercettare le attività di consultazione; questo genera una maggiore fiducia nell’utenza, a maggior ragione ove si richiede di rilasciare dati sensibili personali o finanziari.

2. il posizionamento del sito non sarà penalizzato causa bassa sicurezza ma anzi riceverà una maggiore visibilità grazie all’adeguamento alla nuova tecnologia

3. Parlando di siti commerciali ci si aspetta che l’azienda rappresentata dal sito web sia attenta e moderna in termini di sicurezza e trattazione dei dati dei navigatori.

Il mio sito utilizza già il protocollo sicuro https?

Per verificare se il tuo sito utilizza già il protocollo https si può utilizzare il servizio gratuito di ssllabs presente qui; basta inserire l’indirizzo dei sito e verranno verificate tutte le componenti interessate.

Conclusioni

La migrazione di un sito su protocollo sicuro non è per ora indispensabile ne obbligatoria; tuttavia per le motivazioni sopra elencate riteniamo consigliabile il passaggio, consapevoli che tanti utenti leggendo la dicitura “non sicuro” possano essere restii a lasciare i propri dati o addirittura a proseguire con la navigazione.